itenfr

Elettrolucidatura

L’elettrolucidatura o  lucidatura elettrochimica è un trattamento che permette di asportare selettivamente il metallo base  mediante dissoluzione anodica, sfruttando il passaggio di una corrente indotta all’interno di una sistema elettrochimico.
Il manufatto da lucidare, che è l’anodo, viene immerso in una apposita vasca di trattamento, munita di catodi, che rappresenta la vera e propria cella elettrochimica.

  

 Le condizioni tecnico operative vengono stabilite in funzione del tipo di materiale da lucidare (Acciaio Inox AISI 3xx, 4xx, 630, Duplex, Titanio, Rame, Ottone) tenendo conto del livello tecnologico dell’elettrolita; generalmente si opera con temperature comprese tra i 45°C ed i 60°C con una tensione di 7-16 V.

 Sulla superficie del manufatto sottoposto a corrente anodica, si forma un film-pellicola altamente viscosa ad alta resistività. Questa pellicola permette una lenta diffusione ionica al suo interno, proteggendo la superficie. Lo spessore del film anodico isolante è massimo nelle insenature e minimo nelle sporgenze, questo provoca una corrosione controllata selettiva della superficie, rendendola progressivamente più liscia.

Acciao - eletttrolucidatura

 

 

 

 

 

 

 

 

In condizioni normali lo spessore di metallo base che si rimuove è di circa  20-30 micron; l’asportazione è riproducibile a parità di condizioni tecnico-operative.

L’elettrolucidatura, se effettuata correttamente, permette la formazione superficiale di  uno strato passivo durevole di ossidi di cromo, generati per effetto della polarizzazione anodica, che proteggono il metallo base dall’attacco corrosivo.

 

 

Proprietà funzionali della superficie elettrolucidata

In linea di massima, i trattamenti di sgrassaggio, decapaggio e passivazione sono sufficienti a garantire una buona resistenza alla corrosione delle superfici in acciaio inox. Tuttavia, in particolari ambienti (atmosfere marine, ecc) e, particolari settori d’impiego dell’acciaio inox (farmaceutico, nautico, chimico di sintesi, petrolchimico, nucleare ecc.) esigono un significativo miglioramento delle specifiche in termini di igiene e semplicità di decontaminazione, scorrevolezza e soprattutto di  resistenza alla corrosione. Il trattamento di lucidatura elettrochimica soddisfa pienamente tali esigenze.

 

La lucidatura elettrochimica elimina le parti di  superficie danneggiata, rese impure da materiali estranei(come ed esempio piccole inclusioni di ferro); inoltre con la lucidatura elettrochimica è possibile asportare piccole tensioni e microcricche contenute nel metallo base.

 

La superficie lucidata elettrochimicamente con la Tecnologia di Ricerca Chimica Group è quindi speculare e pulita livello macroscopico, levigata e compatta in campo micro.

 

Il grado di lucentezza delle superfici lucidate elettrochimicamente è di regola più elevato di quello delle superfici lucidate meccanicamente; tuttavia, a causa dell’arrotondamento delle punte del profilo di microrugosità, non si ha un effetto di lucentezza a specchio, ma una   riflessione leggermente diffusa.  

 Proprio per l’aspetto funzionale che l’arrotondamento delle punte del profilo di microrugosità e la diminuzione della rugosità stessa conferiscono alla superficie trattata, fanno della  Tecnologia di Ricerca Chimica Group di lucidatura elettrochimica un trattamento che, oltre che migliorare lo stato igienico della superficie rende più difficile l’insediamento di colonie batteriche (spesso responsabili di fenomeni corrosivi, oltre che pericolose per la salute).


La Tecnologia di Ricerca Chimica Group per la lucidatura elettrochimica ha i seguenti vantaggi:

  • Aumenta la resistenza alla corrosione dell’acciaio
  • Migliora l’igiene e la facilità con cui si decontaminano le superfici inox
  • Rende più difficoltoso l’insediamento di flore batteriche
  • Asporta piccole cricche e tensioni superficiale aumentando la resistenza meccanica dell’acciaio
  • Favorisce la conduzione e l’irraggiamento termico negli scambiatori di calore e nei pannelli solari
  • Favorisce l’eliminazione di microbave dovute alle lavorazioni meccaniche
  • Favorisce l’aggrappaggio di eventuali successivi depositi galvanici
     

Credits SiS informatica
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente. Infomazioni.    Chiudi X